Archivi del mese: dicembre 2012

RIFLESSIONI COSI’ COME VENGONO

In questi giorni di fine anno, tra una corsa e l’altra, dovremmo tirare le somme di ciò che abbiamo dato e avuto, di ciò che potevamo fare e quanto abbiamo fatto, delle sensazioni positive e negative che ci hanno influenzati in questi 366 giorni. (Non vorrei dirlo, ma, anno bisesto… anno funesto!)
Natale è alle spalle e il 2012 sta trascinando mestamente la coda per scivolare via e andare a chiudersi nel passato insieme a centinaia di anni bui come lui.
Quello che di sicuro mi resterà di quest’anno sarà il chiacchiericcio inconcludente della politica, che è fisso nelle mie orecchie come un ronzio continuo e fastidioso.
Il 2o12 resterà nella mia memoria per la scomparsa di mia cognata Mary Carmen, ma non è l’unico motivo di tristezza; lo ricorderò come un tempo sospeso, senza soluzioni vere per i problemi della gente, un periodo di speranze tradite.
Le guerre e le sopraffazioni si moltiplicano anzichè diminuire, perchè potere, privilegi e denaro sono irrinunciabili, costi quel che costi ai popoli.
C’è la coerenza degli strastrastraricchi che, non rinnegando se stessi, senza pudore agiscono in modo che a pagare siano sempre i poveri, tanto, come dicono: “Un sacrificio in più o in meno per il volgo che fa? I poveri ci sono abituati!”
Loro invece, care anime di Dio, se dovessero rinunciare a una delle loro ville, barche o aerei personali,  come farebbero a sopravvivere? E se poi dovessero stare senza domestici? Ne andrebbe della loro salute mentale. Chi raccoglierebbe loro le mutande da terra? Chi  preparerebbe da mangiare nelle loro case? Chi potrebbero usare per sfogare i loro malumori?”
A questo punto provo un po’ di compassione anch’io!
I poveri però, senza lagnarsi, dovrebbero tornare a fare i mestieri di una volta. Inutile lamentarsi degli estracomunitari se poi si resta in casa a morire di fame perchè non si ha voglia di faticare e di sporcarsi le mani.
Cosa porterà il nuovo anno?
Spero facce nuove, pulite. Un nuovo spirito che spinga gli esseri umani alla fratellanza, alla condivisione e a una critica fattiva. Voglio, e dico voglio, che  i giovani che incontrerò nel 2013 abbiano la certezza di un futuro da vivere con serenità. Non chiedo certo la ricchezza per loro, ma la possibilità di vivere con dignità e di mettere su famiglia, sì.

Annunci

1 Commento

dicembre 28, 2012 · 10:11 am

NATALE

Semplicemente: Buon tutto !

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

NATALE …PROMESSA DI PACE

Un altro Natale sta lentamente scivolando nell’album dei ricordi.
Ogni anno mi chiedo cosa mi ha regalato; non parlo dei regali materiali, quelli, troppo spesso, sono dimostrazioni più di possibilità economiche che d’affetto, parlo di quello che resta in me di questo giorno magico. Oltre alla consapevolezza del tempo che passa, alla dolce malinconia di voci udite ormai soltanto nella memoria e il sorriso delle persone che ho accanto, in me resta un desiderio grande di pace.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

E’ QUASI NATALE

Salve, immagino che in gran parte stiate in vacanza a godervi un più o meno meritato riposo. Io non vado in vacanza perchè sono costretta a stare in ferie tutto l’anno e mi godo i preparativi natalizi al paesello. Camminando per le vie si sente l’ odore delle più svariate cucine. Baccalà in umido, arrosto, lesso o fritto, ma comunque lo si faccia…sempre baccalà è.
Non scordiamoci la pasta con tonno e alici e guai a trascurare la minestra di ceci con baccalà e castagne arrostite! Un dolce tipico natalizio? Maccheroni con noci, cannella cioccolato, noce moscata, rhum, zucchero e non so più che altro …
Il Natale è soprattutto speranza che avvenga qualcosa di nuovo e di buono; che questo Bambino ci dia qualcosa che ci serve davvero. Noi non possiamo esaudire i desideri più importanti delle persone che amiamo e dell’umanità, ma fidandoci del Bimbo che nasce possiamo chiedergli: salute, pace, lavoro, rispetto e giustizia per ogni essere vivente della Terra.

Certa della sua approvazione auguro a voi tutti BUON NATALE anche a nome di Emma.

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

VIGILIA DI NATALE

Le ultime cose da fare: la cucina, il regalo dell’ultimo momento, una visita a  sorpresa … e le ore passano.
Natale è già dietro la porta e bussa , ma per qualche ora dovrà ancora attendere.
Stasera, durante la veglia, parleremo delle nostre vite, di gioie e dolori,  di tradizioni, di cucina, del ceppo grande che abbiamo messo ad ardere nel camino con la speranza che duri tutta la notte e accenneremo a mille pisodi dei Natali passati, quelli  in cui avevamo vicino persone che ora non ci sono più.
Accanto alla gioia che si prova per la festività in sè, certe ricorrenze accendono in noi una malinconia che scaturisce dalla consapevolezza della loro unicità e irripetibilità.
Cosa fare per gustarli a fondo? Bisogna gettarsi alle spalle antipatie, ripicche, piccole invidie e gelosie, è necessario lasciarsi andare e farci scaldare il cuore dalla compagnia delle persone che abbiamo vicine. Sembrerà strano, ma sentendo la nostra apertura si lasceranno andare e le ore insieme saranno piacevoli. Se poi qualcuno insiste con battutine, arie di superiorità o altro… beh dobbiamo anche compatire no?
Oggi il mio pensiero va, impotente, alle persone che hanno freddo e fame, prego che chi può sia generoso e si presti e che nessuno di noi faccia passare questo tempo senza aver dato una mano a qualcuno.
Non volevo mica fare una predica! Se la facevo, la facevo a me stessa.
PER VOI C’E’ L’AUGURIO DI OGNI BENE
BUON NATALE AMICI, BUON NATALE MONDO

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Buon Natale

Un altro anno sta finendo ed ecco Natale.
A ogni nuova ricorrenza i capelli si fanno più bianchi e il corpo perde  elasticità e freschezza; ma nessun rimpianto, la mente si arricchisce a ogni azione compiuta e subita aggiunge colori allo splendido arcobaleno che è la vita.
Non ho beni da donare, elargizioni da fare e case per ospitare…  e il Natale è dono.
Abbasso la testa e penso…. cosa potrò mai regalare?
Ecco la risposta, sono tanti i doni che ho ricevuto e che posso condividere:
Capire che la vita non è mai un castigo, neanche quando si soffre. E’ bellissima,
Non odiare chi non la pensa come me,
Fermarmi a parlare con chi ha bisogno di sfogarsi e farlo senza annoiarmi,
Mettere a disposizione degli altri braccia, mente e cuore,
Sorridere a chi incrocia il mio sguardo,
Condividere il pane, tanto so che il mio piatto non resterà mai vuoto.

Vorrei regalare a piene mani la SPERANZA, che non è un’illusione, ma un dono che ci aiuta a superare i momenti brutti che dobbiamo affrontare. Se ci voltiamo indietro, possiamo scoprire di aver superato tante situazioni che ci sembravano impossibili.
A TUTTI AUGURO UN SANTO NATALE CON LA GIOIA E LA SPERANZA NEL CUORE

3 commenti

Archiviato in Uncategorized

MAYA NON MAYA

Il tempo è bruttissimo e, invece di restare vigile a controllare se avviene qualcosa che comunque non potrei controllare e di preoccuparmi al pensiero di un’eventuale fine di “questo” mondo, preferisco usare la tiritera: Maya non Maya, Maya non Maya… per conciliarmi il sonno. Giurin giurello, funziona meglio e più delle pecore!
La mia saggia amica Emma Saponaro ha comunicato al Web che per un quarto dell’umanità è già domani e quindi, almeno per le persone agli antipodi, la fine del mondo, anche questa volta, non c’è stata!
Mi chiedo: tutti i siti internet, i blog, le pagine ecc. ecc. dedicate al tema, che fine faranno? Resteranno imperitura testimonianza della dabbenaggine umana?
I Prudenti mi stanno urlando:” Guarda che non è ancora mezzanotte!”
E allora?
Se proprio dovremo andarcene, lo faremo in comitiva e senza paura!

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized